';
side-area-logo
iltuodono_small

FAQ

Se sei un uomo:
devi avere un’età compresa tra 18 e 40 anni.

Se si donna:
devi avere cicli mestruali regolari e un’età compresa tra 20 e 35 anni.

Che tua sia uomo o donna:

  • Quando non puoi fornire con certezza informazioni sui tuoi genitori biologici. Quindi se sei nato da tecniche di fecondazione eterologa, o sei stato adottato o non hai mai conosciuto uno dei tuoi genitori.
  • Se per lavoro sei esposto a radiazioni o sostanze chimiche che possono essere un rischio per la tua salute riproduttiva;
  • Se hai effettuato e concluso trattamenti con chemioterapici o radioterapia da meno di due anni.

Puoi revocare in qualunque momento il consenso alla donazione dei tuoi ovociti fino alla loro fecondazione o dei tuoi gameti fino al loro utilizzo, spiegandone in ogni caso le motivazioni.

Il prelievo (pick-up) degli ovociti dai follicoli, avviene in anestesia locale o generale con uno dei seguenti metodi:

  • con un ago che passa attraverso la parete vaginale e aspira gli ovociti;
  • con ago che oltrepassa la pelle dell’addome ed entra nei follicoli ovarici per aspirare gli ovociti;
  • attraverso una laparoscopia, con cui viene incisa la cute addominale per consentire il passaggio, mediante uno strumento chirurgico chiamato trocar, di un sistema video-ottico che permette di esplorare la cavità addominale e di prelevare il contenuto dei follicoli. Questa tecnica più invasiva è raramente utilizzata.

Chi dona ovociti o gameti non ha il diritto di conoscere l’identità del soggetto nato per mezzo di queste tecniche e il nato non potrà conoscere l’identità di chi ha donato.

In generale no. Se una coppia ha già avuto figli tramite eterologa può chiedere nuovamente lo stesso donatore, compatibilmente con la condizione che il limite massimo di nati per ciascun donatore è di 10.

No: tutti gli accertamenti, le visite e gli esami a cui sarai sottoposto sono gratuiti, a carico del Servizio Sanitario Regionale.

Se sei dipendente, avrai diritto a permessi retribuiti. Si applicano per analogia le disposizioni sulla donazione del sangue e del midollo osseo.

Oggi per accedere alla fecondazione eterologa è necessario essere maggiorenni e sposati o conviventi in modo stabile. L’accesso a questa tecnica è gratuita o con ticket per le donne riceventi fino a 43 anni e per un massimo di 3 cicli.

I CENTRI IN EMILIA-ROMAGNA

nei quali è possibile accedere al percorso di donazione dei gameti e di fecondazione eterologa

PARMA

REGGIO EMILIA

MODENA

BOLOGNA

LUGO (RA)

CATTOLICA (RN)